ICD 2017 by DESY

home
@-mail
print
Login
Astroparticelle - NewsAPi News
logo

Breve descrizione della giornata "cosmica" internazionale

L'International Cosmic (ray) Day (ICD) è un evento introdotto il 26 settembre 2012 dal DeutschesElektronen-Synchrotron (DESY) in collaborazione con NetzwerkTeilchenwelt in Germania e il centro di ricerca Fermilab con la sua rete di insegnanti QuarkNet negli Stati Uniti. La data non è stata scelta a caso, infatti nel 2012 ricorreva il centenario della scoperta dei raggi cosmici. Con la spedizione VHANESSA in mongolfiera - oltre a celebrare il centenario - siamo stati testimoni del primo Cosmic Rays Day.
Da allora, ogni anno l'evento si ripete periodicamente verso i mesi invernali.

 

 

ICD consiste in una giornata dedicata allo studio dei raggi cosmici dove gli studenti - con l'aiuto dei loro docenti e organizzatori - possono raccogliere i dati prodotti da un rivelatore di muoni, analizzarli e compilare un resoconto dei risultati ottenuti. Per partecipare all'evento serve un rivelatore di raggi cosmici e la disponibilità a organizzare una giornata-evento dedicata (di solito è sufficiente l'intera mattinata del normale orario scolastico).

L'evento è pensato proprio per promuovere l'attività scientifica nelle scuole. Gli alunni avranno così la possibilità di trascorrere una giornata divertente ed emozionante comportandosi come veri scienziati, a questo scopo, in tarda mattinata è prevista anche una chat Skype in tempo reale a livello mondiale per poter presentare il proprio istituto e i risultati ottenuti.

Dal sito di DESY (https://icd.desy.de/) si può prendere visione della descrizione generale e delle modalità di partecipazione.

I punti salienti sono riassunti qui di seguito:
Ogni partecipante (associazione - gruppo - istituto scolastico) deve organizzare indipendentemente il proprio evento, generalmente la giornata potrebbe trattare le seguenti attività:

  1. Introduzione sui raggi cosmici - Talk/Conference/Seminar
  2. Misura dei raggi cosmici, focalizzata sul flusso in relazione all'angolo di zenit - Data Gathering
  3. Analisi dei dati - Data Analysis
  4. Discussione dei risultati anche a livello mondiale tramite skype - Discussion
  5. Presentazione dei risultati - Publication

I risultati ottenuti e la documentazione (immagini e altro) dovranno essere presentati su almeno una pagina formato A4 in formato PDF (in lingua inglese).
Per chi dovesse partecipare - utilizzando i rivelatori AMD5 - oltre al logo del vostro istituto scolastico o associazione è invitato a inserire anche il logo dell'array di ADA che potete scaricare qui di seguito:

Successivamente verrà inviato - a cura di DESY - un opuscolo (pdf) ottenuto con tutti i risultati prodotti da tutti i partecipanti e un certificato di partecipazione per ogni studente/organizzatore.


To the top

ICD 2017 a Tradate (VA)

Alcuni rivelatori di raggi cosmici della serie "AMD" sono stati utilizzati all’Osservatorio di Tradate che in occasione del 6° International Cosmic Day ha ospitato gli studenti del Liceo Scientifico “Curie” di Tradate.

 

 

Descrizione generale di ICD2017:

http://www.astroparticelle.it/public/icd2017_it.pdf

Descrizione ufficiale dell'evento in lingua inglese:

https://icd.desy.de/e56513/ICRC2017_405.pdf

 

 

Per maggiori informazioni scaricare la Newsletter n. 13

 

 


To the top

Astroparticelle - schegge per lo sviluppo della conoscenza...


⚛ In primo piano

CosmicrayFly - simulazione dei raggi cosmici in atmosfera 06.08.2021

Lo scopo della realizzazione di questo modello è stato quello di generalizzare il flusso dei raggi cosmici secondari così come si misurerebbe su un pallone stratosferico da terra fino a 40.000 metri di quota. Il comportamento della radiazione cosmica nell'atmosfera non è semplice da rappresentare. I raggi cosmici (primari) arrivano dallo spazio e interagiscono con l'aria producendo sciami di particelle elementari che siamo abituati a chiamare raggi cosmici secondari. Il genere di particelle prodotte in questi sciami è vasto e a seconda dell'energia del raggio cosmico primario, il comportamento e l'intensità dei secondari possono variare anche di molto...


AMD15 - Nuovo rivelatore di raggi cosmici a GMT

AMD15 è un nuovo prototipo per rivelare i muoni cosmici che utilizza due sensori relativamente grandi, tipo Si21G (210 x Ø18 mm di superficie utile). Il rivelatore è stato costruito con lo scopo di valutare questi GMT mai utilizzati in precedenza. Come per tutti i rivelatori di raggi cosmici si considera come muone (raggio cosmico secondario) solo la particella che attraversa almeno due contatori allineati su di un asse - entro un determinato tempo...



DESY





Area riservata

Accedi | Registrati

x

Iscriviti

Per ricevere aggiornamenti periodici inviaci la tua email.

oppure registrati

Questo modulo serve solo come iscrizione alle newsletter, per accedere all'area riservata è necessario registrarsi.

INFN

CERN LHCF

supernova alert

EOS

supernova alert