Cosmic Rays Edu

home
@-mail
print
Login
Astroparticelle - NewsAPi News
logo
Astroparticelle - schegge per lo sviluppo della conoscenza...


News dal Mondo

7.11.2019 Anche Voyager 2 esce dal sistema solare

Le sonde Voyager 1 e 2 furono lanciate nel 1970 per esplorare i pianeti esterni, per poi proseguire la loro corsa nello spazio interstellare. La prima ha raggiunto i confini tra lo spazio interstellare e il nostro sistema planetario nel 2012 fornendo preziose informazioni sulla radiazione cosmica nella fase di transizione. Voyager 2 ora ha mostrato gli stessi dati nella zona di confine, in cui si evidenzia che il calo di particelle solari e l'aumento di raggi cosmici galattici avviene in solo un giorno. Però c'è un problema, mentre Voyager 1 è uscita dal sistema solare in un periodo di alta attività solare, la sua sorella ha varcato il confine durante il periodo di bassa attività solare. I modelli dell'atmosfera solare ci hanno sempre mostrato che quando il Sole è molto attivo, l'atmosfera solare si espande maggiormente, quindi ci si aspettava una distanza minore per l'uscita di Voyager 2 dall'ambiente solare, invece i dati indicano che hanno percorso quasi la stessa distanza, questo significa che gli attuali modelli dell'eliosfera saranno da rivedere...

Fonte: EOS



Muon Monitor in real time



⚛ Software

AIRES: Software simulatore di sciami in atmosfera, dall'Università di Chicago.

Air Shower simulator (Università di Chicago)


cosmic rays simulator in GMT detector

AstroRad 401LE: Versione di valutazione per insegnanti e sperimentatori; il software contiene un simulatore di raggi cosmici al fine di provarne il funzionamento e utile per scopi didattici (vedere anche la sezione AstroRad).

Air Shower simulator (Università di Chicago)


cosmic rays simulator in GMT detector

Lo screensaver di astroparticelle.it:
Desktop 1024 x
Desktop 1280 x
Notebook Desktop 1366X (new)




Area riservata

Accedi | Registrati

x

Iscriviti

Per ricevere aggiornamenti periodici inviaci la tua email.

oppure registrati

Questo modulo serve solo come iscrizione alle newsletter, per accedere all'area riservata è necessario registrarsi.

INFN

CERN LHCF

supernova alert

EOS

supernova alert