Astroparticelle - schegge per lo sviluppo della conoscenza...

In realtà non conosciamo nulla, perché la verità sta nel profondo. (Democrito)

 
Homepage @-mail Login risorse per la didattica
Ricerca argomento:
25/09/2017
Bookmark and Share
HomeAttivitàDa TerraDallo SpazioAppuntiNewsletterPartnersRecensioni
   
     

Visita al laboratorio-osservatorio Testa Grigia al Plateau Rosà


Si parte da Cervinia


Vista esterna del laboratorio, nessuno potrebbe immaginare che questo è un osservatorio!

 


Interno del laboratorio, a differenza dell'aspetto esteriore, l'ambiente interno è molto accogliente e stracolmo di strumentazione.
nella foto Daniela Heltai.

Link di questo articolo:

IFSI storia

IFSI plateau rosa

MITO

RSE

OASI

 


Edoardo Amaldi, Gilberto Bernardini, Ettore Pancini al Testa Grigia.

Introduzione:

Durante i test di alcuni strumenti che porteremo a bordo della spedizione VHANESSA abbiamo avuto l'occasione di visitare l'osservatorio-laboratorio della Testa Grigia al Plateau Rosà.

Il laboratorio, gestito da IFSI-INAF di Torino è attualmente in parte adibito alla misura di gas serra e rilevamenti atmosferici, questo per collaborazione scientifica tra l'azienda RSE Ricerca Sistema Energetico e IFSI.

Realizzato nel 1947 dal Centro di Studio per la Fisica Nucleare del CNR per lo studio dei raggi cosmici, è stato progettato e realizzato da Gilberto Bernardini, Claudio Longo ed Ettore Pancini per conto dell'Istituto di Fisica di Roma guidato da Edoardo Amaldi.

Il laboratorio, è stato successivamente abbandonato ma nel 1969 viene creato su idea di Francesco Melchiorri l'osservatorio MITO, gestito dall'Istituto di Cosmogeofisica del CNR e diretto dal prof. Carlo Castagnoli.
MITO è un telescopio da 1,5m sostituito successivamente con uno di 2,6 m funzionante nella banda ad infrarosso e da 1 - 1,4 mm, le particolari condizioni atmosferiche alla quota di 3480m permettono infatti osservazioni in queste lunghezze d'onda.

Dal punto di vista della ricerca astronomica l'osservatorio MITO, permette:

  • Osservazione dell'anisotropia della radiazione di fondo (CMB)
  • Fotometria di sorgenti a radiazione millimetrica (regione HII, Radio-sorgenti)
  • Polarimetria di sorgenti come possibili candidati per la calibrazione di esperimenti da satelliti.
  • Banco di prova per le nuove tecnologie sul piano focale, come criogenia, app. elettronici, rivelatori e ottiche.

Per i ricercatori la vita in laboratorio è ancora un'avventura al giorno d'oggi: completo isolamento durante i giorni di tempesta e produzione di acqua ricavata dalla neve, proprio come 60 anni fa!

Entriamo:

Ci accoglie gentilmente Daniela Heltai, dell'azienda RSE, impegnata nei rilevamenti dei gas serra, ci spiega che la scelta del Plateau Rosa per l’insediamento di una stazione di monitoraggio atmosferico dei gas serra è legata al fatto che questo sito è generalmente posto al di sopra dello strato di rimescolamento atmosferico, risulta distante dai grandi insediamenti umani, industriali e dalle grandi vie di comunicazione, e con particolare riferimento alla CO2, nelle aree prossime ad esso è quasi nulla l’attività vegetativa.

I principali strumenti che dispone il laboratorio sono:

  • Analizzatore di CO2 a infrarosso
  • Gas cromatografo con rivelatore a ionizzazione di fiamma (CH4)
  • Analizzatori di O3 ad assorbimento UV

Per i dettagli ed i risultati ci rimanda al sito dedicato alle misure a Plateau Rosà, OASI molto interessante, dove vengono periodicamente pubblicati i risultati delle misure.

 

Conclusione:

La visita in via del tutto eccezionale (normalmente non sono consentite visite ai non addetti ai lavori) ad un luogo così carico di storia è stata molto emozionante ed interessante, il solo pensiero che ai tempi pionieristici delle astroparticelle siano passati da qui personaggi illustri del calibro di Edoardo Amaldi, Gilberto Bernardini, Ettore Pancini, e credo anche Enrico Fermi, Franco Rasetti, Nello Carrara, lo rende un luogo magico, grazie Daniela.

 

Grafico relativo ai test degli strumenti
Grafico relativo ai test degli strumenti in preparazione per la spedizione VHANESSA,
all'aumentare della quota la densità di particelle ionizzanti aumenta,
per i dettagli entrare nell'area riservata.

 

Powered by: www.arcarth.com

 

Collabora con noi ׀ Segnala evento

© 2010 - 2017 astroparticelle.it