APi Post

home
@-mail
print
Login
Astroparticelle - NewsAPi News
logo

L'assistente virtuale Chat-Gpt

Articolo scritto con l'ausilio di chat-gpt4 05.2023

C'è stato un grande tumulto per la comparsa della quarta versione di Chat-Gpt. Questa opera dell'intelligenza artificiale desta stupore, entusiasmo, ma anche grande preoccupazione per i potenziali pericoli. Anche dal nostro punto di vista c'è stata una notevole esaltazione iniziale, tuttavia dopo averlo provato per un po' di tempo non è mancata qualche delusione ed ora possiamo raccogliere in queste righe qualche considerazione utile per il suo utilizzo.
ChatGPT è un modello di linguaggio naturale basato sull'architettura GPT-3.5 di OpenAI, che utilizza l'apprendimento automatico e il deep learning per generare risposte alle domande degli utenti in modo simile a come farebbe un essere umano. Questo robot è in grado di rispondere a una vasta gamma di domande su vari argomenti, grazie alla sua capacità di apprendere dalle informazioni contenute in grandi quantità di testo ed è in grado di adattare le sue risposte alla specifica domanda posta, tenendo conto del contesto e del tono della conversazione. ChatGPT può essere utilizzato attraverso varie piattaforme, tra cui applicazioni di messaggistica e assistenti virtuali.

Utilità e problematiche nell'uso di ChatGPT per la ricerca scientifica:

Abbiamo chiesto a ChatGpt se può essere utile alla ricerca scientifica, questa la sua risposta:
"ChatGPT può essere estremamente utile per i ricercatori scientifici in molti modi. Ad esempio, può essere utilizzato per trovare informazioni su una vasta gamma di argomenti, come articoli di ricerca, libri e dati statistici. tuttavia, ci sono anche alcune difficoltà poiché ChatGPT si basa sull'apprendimento automatico, potrebbe produrre risposte che non sono sempre accurate o affidabili. Inoltre, potrebbe avere difficoltà a capire il contesto della conversazione o a rispondere a domande complesse che richiedono un'analisi approfondita."
Di seguito un elenco creato dallo stesso assistente virtuale:

Vantaggi Svantaggi e possibili errori
L'assistente virtuale può aiutare nella ricerca di informazioni e dati rilevanti per il progetto di ricerca. Potrebbero esserci errori nella raccolta o nell'interpretazione dei dati, che potrebbero influire sulla precisione dei risultati. Inoltre, l'assistente virtuale potrebbe non avere conoscenze specialistiche su un determinato argomento scientifico, il che potrebbe limitare la qualità della ricerca.
L'assistente virtuale può aiutare a organizzare le informazioni raccolte in modo logico e coerente, aiutando a creare una struttura solida per il documento di ricerca. L'assistente virtuale potrebbe non essere in grado di capire completamente le necessità di organizzazione specifiche del progetto, il che potrebbe portare a una struttura incoerente o poco chiara del documento di ricerca.
L'assistente virtuale può aiutare a scrivere un testo di ricerca chiaro, preciso e ben strutturato, utilizzando il linguaggio tecnico appropriato. L'assistente virtuale potrebbe non essere in grado di scrivere in modo convincente o persuasivo, e potrebbe non avere la comprensione tecnica necessaria per presentare le informazioni in modo chiaro ed efficace. Inoltre, il testo potrebbe risultare troppo robotico o generico, mancando di personalità o stile.
L'assistente virtuale può aiutare nella revisione e nell'editing del testo di ricerca, correggendo errori grammaticali, ortografici e di punteggiatura. L'assistente virtuale potrebbe non essere in grado di rilevare tutti gli errori nel testo, specialmente se si tratta di errori tecnici o scientifici. Inoltre, potrebbe mancare il discernimento umano necessario per valutare la qualità generale del testo di ricerca.
L'utilizzo di un assistente virtuale può ridurre il tempo e le risorse necessarie per scrivere un testo di ricerca, consentendo di concentrarsi su altre attività importanti. L'assistente virtuale potrebbe richiedere costi aggiuntivi, e potrebbe non essere in grado di svolgere alcune attività necessarie per la scrittura del testo di ricerca, come la revisione critica dei risultati o la creazione di nuovi concetti scientifici. Inoltre, l'utilizzo di un assistente virtuale potrebbe portare a una maggiore dipendenza dalla tecnologia, limitando la capacità di lavorare in modo indipendente e di sviluppare competenze specifiche di scrittura scientifica.

Di nuovo abbiamo chiesto come potrebbe essere utile per scrivere un articolo scientifico, ed ecco la risposta: "Come assistente virtuale, posso aiutarti a scrivere un articolo per un giornale scientifico in vari modi. Ecco alcuni esempi:"

  1. 1. Ricerca: posso aiutarti a fare ricerche sull'argomento dell'articolo. Ciò potrebbe includere la raccolta di informazioni e di dati pertinenti, la lettura di ricerche e studi correlati, la ricerca di fonti online, la valutazione della loro affidabilità e l'identificazione di eventuali lacune nella ricerca esistente.
  2. 2. Struttura: posso aiutarti a organizzare le informazioni raccolte in modo da creare una struttura logica per l'articolo. Ciò potrebbe includere la creazione di un'outline, la suddivisione delle informazioni in sezioni o paragrafi, la definizione di un obiettivo e di un pubblico specifico, e così via.
  3. 3. Stile di scrittura: posso aiutarti a scrivere l'articolo in un linguaggio chiaro, preciso e adatto al pubblico di destinazione. Ciò potrebbe includere la scelta di termini tecnici appropriati, la creazione di esempi e di analogie per semplificare concetti complessi, la costruzione di frasi concise e fluide, e così via.
  4. 4. Editing: posso aiutarti a editare l'articolo per garantire la precisione e la chiarezza delle informazioni presentate. Ciò potrebbe includere la correzione di errori grammaticali, di ortografia e di punteggiatura, la revisione delle frasi per renderle più concise e fluide, la valutazione dell'organizzazione e della coerenza dell'articolo, e così via.
  5. 5. Supporto emotivo: scrivere per un giornale scientifico può essere un'esperienza stressante e impegnativa. Come assistente virtuale, posso offrirti supporto emotivo e motivazionale per aiutarti a superare eventuali blocchi o difficoltà che potresti incontrare durante il processo di scrittura.

Considerazioni su questa parte

Abbiamo effettivamente provato che Chat Gpt è fenomenale per organizzare e strutturare un testo, tuttavia non è in grado di fornire informazioni affidabili, spesso le informazioni che fornisce sono completamente sbagliate, perciò il punto 1 va considerato con molta cautela. Nel punto 1 è però indicata una caratteristica molto utile che è quella della lettura di un testo. Si può chiedere a Chatgpt di leggere un articolo intero - copiandolo e incollandolo direttamente nel campo di prompt (a volte anche fornendo l'indirizzo internet se il testo è in rete) - e di produrre un riassunto o estrarre alcune parti. Sui punti 3 e 4 c'è qualche riserva. In lingua inglese sicuramente non avrà problemi per quanto riguarda scrittura e correzione ortografica, ma le prove in italiano sono risultate insoddisfacenti. Il punto 5 è soggettivo quindi ognuno potrà decidere se usare frasi di cortesia per comunicare con la chat, o se seguire consigli emotivi da una macchina.


Aiuto nella stesura di libri

Allo stesso modo abbiamo chiesto un aiuto ipotetico per scrivere un libro, la sua risposta: "In generale, come assistente virtuale, posso aiutarti a scrivere un libro in modo più efficiente e organizzato, consentendoti di concentrarti sulle idee e sul contenuto del tuo libro."
Di seguito un altro elenco che ci ha proposto come aiuto:

  1. 1. Ricerca: posso aiutarti a fare ricerche sull'argomento del tuo libro. Ciò potrebbe includere la raccolta di informazioni e di dati pertinenti, la lettura di libri e articoli correlati, la ricerca di fonti online, e così via.
  2. 2. Organizzazione: posso aiutarti a organizzare le idee del tuo libro. Questo può includere la creazione di un'outline o di una struttura per il tuo libro, la suddivisione delle informazioni in capitoli o sezioni, la creazione di una mappa mentale per visualizzare il flusso delle idee, e così via.
  3. 3. Editing: posso aiutarti a editare il tuo libro. Ciò può includere la correzione di errori grammaticali, di ortografia e di punteggiatura, l'eliminazione di frasi o paragrafi poco chiari o superflui, la revisione delle frasi per renderle più concise e fluide, e così via.
  4. 4. Sintesi: posso aiutarti a sintetizzare le informazioni del tuo libro. Ciò può includere la creazione di riassunti o di note per facilitare la comprensione delle idee principali, la creazione di grafici o tabelle per visualizzare i dati in modo più chiaro, la scelta di esempi e citazioni pertinenti, e così via.
  5. 5. Supporto emotivo: scrivere un libro può essere un'esperienza solitaria e stressante. Come assistente virtuale, posso offrirti sostegno emotivo e motivazionale per aiutarti a superare eventuali blocchi o difficoltà che potresti incontrare durante il processo di scrittura.

In generale, come assistente virtuale, posso aiutarti a scrivere un libro in modo più efficiente e organizzato, consentendoti di concentrarti sulle idee e sul contenuto del tuo libro.

Considerazioni su questa seconda parte

Le considerazioni sono le medesime di quelle per gli articoli, aggiungiamo che ChatGpt non è ancora ben in grado di fornire indicazioni su materiale in rete, ad esempio alla richiesta di fornire link-immagine per un determinato contenuto, tutti gli indirizzi riportati erano errati o inesistenti. Ricordiamo anche che al momento ChatGpt non può navigare in rete, quindi tutto il materiale deve essere fornito via comando (prompt).
Comunque, come dicevamo, l'utilità nello strutturare i testi è indiscutibile ecco un esempio di richiesta:
"Devo scrivere un libro sui raggi cosmici, indicami una serie di possibili argomenti e capitoli per il libro"
Chatgpt: "Eccoti alcuni possibili argomenti e capitoli che potresti includere nel tuo libro sui raggi cosmici:"

  • Introduzione ai raggi cosmici
    • Storia della scoperta dei raggi cosmici
    • Definizione e proprietà dei raggi cosmici
    • Origine dei raggi cosmici primari
  • Proprietà dei raggi cosmici
    • Composizione dei raggi cosmici
    • Energia e spettro dei raggi cosmici
    • Interazione dei raggi cosmici con la materia
  • Rilevamento dei raggi cosmici
    • Tecniche di rilevamento dei raggi cosmici
    • Strumenti e apparati di rilevamento dei raggi cosmici
  • Fenomenologia dei raggi cosmici
    • Fenomeni di cascata atmosferica
    • Radiazione Cherenkov e effetto Askaryan
    • Eventi estremi dei raggi cosmici
  • Applicazioni dei raggi cosmici
    • Imaging a raggi cosmici
    • Tomografia a raggi cosmici
    • Studi sulla fisica delle particelle e la cosmologia
  • Impatto dei raggi cosmici sulla vita sulla Terra
    • Effetti biologici dei raggi cosmici
    • Impatto dei raggi cosmici sull'atmosfera e sul clima
    • Rischio dei raggi cosmici per le missioni spaziali e le telecomunicazioni
  • Conclusione e prospettive future
    • Sintesi dei principali risultati sui raggi cosmici
    • Sviluppi futuri nella ricerca sui raggi cosmici
    • Possibili applicazioni future dei raggi cosmici


Errori banali ed errori gravi

Sembra banale dirlo, ma ChatGpt non va usato come un consigliere scientifico, per informazioni di carattere generale o superficiale può funzionare, ma le informazioni che fornisce devono essere sempre controllate, perchè possono essere completamente imprecise o errate, e di brutto! Di seguito un esempio banale:

cosmic rays chatgpt

Ovviamente le esplosioni nucleari creano particelle di varia natura, ma non possono essere classificati come raggi cosmici secondari:

cosmic rays chatgpt

Questa è più una imprecisione che un errore, ma succede di peggio, di seguito una parte di una lunga chat sul plasma, quando l'argomento si approfondisce gli errori possono diventare drammatici:

[...] ChatGPT: I was referring to plasma structures that can form in ocean currents, which are sometimes called plasma buoys. These structures are typically created by the interaction of the ocean's saltwater with the Earth's magnetic field, which can ionize the water and create a region of plasma.
Me: seems incredible that a plasma could form in the water's ocean, usually it needs high temperature or high voltage
ChatGPT: It's true that plasma is typically associated with high temperatures and/or high voltages. However, there are a few ways that plasma can form in water or other liquids, including:
1.Electrical discharge: If a high voltage is applied to water or another liquid, it can ionize the liquid and create a plasma. This is the principle behind plasma water treatment systems, which are used to purify water by creating a plasma discharge in the water.
2.Ultraviolet radiation: Ultraviolet (UV) radiation can also ionize water and other liquids, creating a plasma. This is the principle behind some types of plasma-based water purification systems.
3.Chemical reactions: Some chemical reactions can generate plasma in liquids. For example, the reaction between aluminum and water can create a plasma.
4.Magnetic fields: In the case of ocean currents, the saltwater in the ocean can become ionized as it interacts with the Earth's magnetic field. This can create a plasma region, which can be detected using specialized instruments.

In the case of plasma buoys in ocean currents, it is the interaction of the saltwater with the Earth's magnetic field that creates the plasma region. The saltwater acts as an electrolyte, allowing a current to flow through the water and ionize it, creating the plasma.
Me: to me you are confused, there is no resarch on such topic please check it
ChatGPT: I apologize for any confusion. I may have misspoken earlier when I mentioned the formation of plasma in ocean currents.
After further research, it appears that there is currently no scientific evidence to support the formation of plasma structures in ocean currents. The idea of plasma buoys in ocean currents has been proposed as a possible explanation for anomalous electromagnetic signals detected in the ocean, but it remains a speculative hypothesis that has not been confirmed by observations or experiments.
I apologize for any confusion or misinformation that my earlier response may have caused. Thank you for bringing this to my attention, and I will make sure to be more careful in my future responses.
Me: this should not happen this is a very serious bug in your head
ChatGPT: I apologize for any confusion or frustration that my earlier response may have caused. As an AI language model, I strive to provide accurate and helpful responses to the best of my abilities. However, I am not perfect and may make mistakes from time to time.
If you have any specific concerns or questions about my responses, I would be happy to try and address them to the best of my abilities based on the current state of knowledge in the relevant field. Thank you for your understanding. [...]


Come usare davvero ChatGpt

Ci viene da dire che ChatGpt va trattato come un assistente "ignorante" a cui chiedere dei compiti per facilitarci e accelerare il lavoro, ma senza occuparsi troppo dei contenuti. Possibili utilizzi nella stesura di articoli di ricerca (ovviamente ci stiamo riferendo ad articoli nella lingua della comunità scientifica che è l'inglese):

  • Inserite un abstract per un articolo e chiedete di fare una lista dei punti essenziali da trattare.

  • Inserite il titolo di un possibile articolo e chiedete di creare un abstract o una lista delle sezioni da scrivere.

  • Utilizzarlo per raccogliere un "parere" o un "punto di vista", come da parte di un "assistente" appunto.

  • Utilizzarlo per arricchire argomenti di cui si abbia una conoscenza profonda.

  • Può essere utilizzato anche per tradurre testi.

  • Utilizzarlo per parafrasare, riassumere, estendere argomenti.

  • Utilizzarlo per richiedere chiarimenti su formule matematiche inviando un link immagine.

  • Utilizzarlo per creare codici per software di modellazione, microcontrollori e altro.

Scenario tipico

Ci sono alcune parti di articoli scientifici che sono spesso comuni tra di loro, per esempio l'introduzione. Restando nel nostro campo, una introduzione sui raggi cosmici, nonostante tutta la fantasia individuale che ci si possa mettere, non può essere troppo diversa una dall'altra. Questo compito si può affidare all'assistente.
Diciamolo francamente, spesso nella ricerca c'è un copia e incolla spietato con parafrasi di testo. Gli editori lo sanno bene e il controllo del plagiarismo è una fase da superare per l'accettazione del lavoro. A tale scopo esistono strumenti di AI dedicati al controllo anti plagio, come Scribbr, Plagiarismdetector, oppure Crossplag. A questo si aggiunge il controllo di testi generati da AI, cioè intelligenze artificiali (ChatGpt non è l'unica esistente), con lo scopo di verificare che il lavoro sia umano. In questo caso, alcuni strumenti per un controllo preventivo sono GPTzero, oppure Writer, e ancora Crossplag. ChatGpt può parafrasare anche i testi, ma il risultato è quasi sempre robotico, anche in questo caso ci si può rivolgere a strumenti dedicati come QuillBot che fornisce anche altre applicazioni utili (come per il controllo del plagiarismo).
Tutti questi strumenti incrociati nel modo giusto possono agevolare di molto la scrittura. Alcuni di essi sono di libero utilizzo, con qualche limite, ma per avere tutte le funzionalità bisogna acquistare la versione completa.

Formule matematiche

Se avete un dubbio su una formula matematica ChatGpt4 può leggere le formule, sia in formato testuale (e.g. latex), sia in formato immagine se gli fornite il link dell'immagine della formula. L'immagine va caricata da qualche parte (anche Google drive dovrebbe funzionare, se abilitate l'accesso esterno al link dell'immagine). Il formato da impostare è il seguente:
![descrizione di quello che gli stiamo fornendo](http://link dell'immagine completo), esempio nell'immagine successiva:

cosmic rays chatgpt

Notare che nella spiegazione fornita c'è di nuovo un errore, questo sottolinea la scarsa affidabilità di ChatGpt:

cosmic rays chatgpt

Per concludere il vantaggio vero dell'intelligenza artificiale consiste nell'abbreviare i tempi di scrittura e rendere i lavori di ricerca più strutturati e arricchiti di materiale. Anche per gli insegnanti e i docenti un aiuto prezioso è la possibilità di creare verifiche in tempi record, o preparare lezioni dell'ultimo minuto, i risultati possono variare, con qualcosa da sistemare, ma il risparmio di tempo è incredibile.

[Redazione astroparticelle.it]



Se qualcosa su questo sito ti è stato utile, aiutaci a mantenerlo attivo:

Donate


To the top

Astroparticelle - schegge per lo sviluppo della conoscenza...


⚛ In primo piano

Giornata internazionale delle donne e delle ragazze nella scienza 11.02.2024

La Giornata internazionale delle donne e delle ragazze nella scienza è stata istituita nel 2015 dall'Assemblea Nazionale dell'ONU con il sostegno dell'UNESCO. Il suo obiettivo è promuovere una maggiore partecipazione femminile nella ricerca scientifica e ridurre le disparità di genere nel campo scientifico. Per celebrare tale ricorrenza, da quest'anno vogliamo ricordare il contributo di alcune donne in campo della fisica delle particelle ad alta energia, in particolare quello delle meno conosciute, come Rita Brunetti...

cosmic rays


Si segnala la conferenza su "il muone e il suo magnetismo"

Il 26 gennaio, presso la Biblioteca Comunale di San Mauro Pascoli (P.zza Mazzini n.7), a partire dalle ore 21:00 la conferenza  sarà dedicata al Modello Standard delle particelle elementari e agli ultimi sviluppi della ricerca.
Relatore: prof. Domenico Galli, membro della IEEE (Institute of Electrical and Electronics Engineers) e della IEEE-NPSS (Nuclear and Plasma Sciences Society), responsabile del gruppo INFN di Bologna nell'esperimento LHCb al CERN. E' professore di prima fascia nel settore di Fisica Sperimentale delle Interazioni Fondamentali.



Muon Monitor in real time



News dal Mondo


I ricercatori si rivolgono ai raggi cosmici per svelare il mondo sotterraneo dell'antica Gerusalemme. 4.02.2024

A Gerusalemme, i ricercatori sperano di installare un'intera serie di rilevatori entro i prossimi due anni. Utilizzando quella che è nota come tomografia a muoni, il team ritiene di poter non solo individuare la presenza di cavità, ma anche ottenere letture sulle loro dimensioni e sul contenuto, creando una mappa tridimensionale del sottosuolo dell'antica città. Attualmente, i fisici stanno lavorando allo sviluppo di una tecnica innovativa che aumenta la precisione del rilevatore e la capacità di individuare cavità più piccole...

Fonte: Times of Israel



☄ Il libro Astroparticelle

Il libro AstroParticelle

26.09.2013 - Un viaggio scientifico tra i raggi cosmici raccontato attraverso la storia, le invenzioni i rivelatori e gli osservatori; senza trascurare gli effetti che essi producono coinvolgendo numerose discipline scientifiche tra cui astrofisica, geofisica e paleontologia.

Libro


☄ Il libro: Costruire un rivelatore di muoni a GMT

Il telescopio per i raggi cosmici

21.05.2021 - una guida per chi vuole cimentarsi nella costruzione di un rivelatore di particelle elementari e toccare con mano la fisica dei raggi cosmici e l’astronomia, due campi distinti e unificati dalla fisica delle astroparticelle...

Libro


Area riservata

Accedi | Registrati

x

Iscriviti

Per ricevere aggiornamenti periodici inviaci la tua email.

oppure registrati

Questo modulo serve solo come iscrizione alle newsletter, per accedere all'area riservata è necessario registrarsi.

INFN

CERN LHCF

supernova alert

EOS

supernova alert